Introduzione



Cosa puoi fare con FitPlot?

  1. inserire vari pdf (o altri files grafici come jpg, tif, gif, eps, psd, immagini con copia-incolla) su un foglio plotter virtuale;
  2. impaginare gli oggetti inseriti (quello che vedrai sul foglio corrisponderà a quello che otterrai in stampa) spostandoli, ruotandoli, ridimensionandoli;
  3. stampare il risultato e, eventualmente salvarlo per ristampe successive.
  4. 1+2+3 = Risparmiare tempo e carta!

FitPlot nasce dalla domanda, nel mio lavoro quotidiano, di stampare documenti di grande formato (tipicamente A0, A1, A2 prodotti da un programma CAD) su di un plotter da 42". Avevo sempre una rimanenza di carta e, anche se usavo materiale economico, cionondimeno era uno spreco inutile.
Oltretutto spesso dovevo stampare più copie dello stesso disegno e stampando dal programma CAD ottenevo le mie copie disposte su una singola colonna nel foglio del plotter quando potevano essere disposte anche in modo più ottimale.

Sommando il tutto è nata l'idea sviluppare FitPlot che è diventato, nella sua evoluzione, insostituibile nel compito per cui è nato e, come sto scoprendo con mia stessa sorpresa, utilissimo per molti altri usi che non avevo inizialmente previsto e che cercherò di elencare nella sezione Scenari che seguirà.

So benissimo che quello che fa FitPlot lo si può fare bene e meglio con blasonati programmi vettoriali, questi sono però sovradimensionati per questo semplice compito, fanno mille altre cose, perciò sono molto più complessi.
In sostanza, nel suo piccolo, FitPlot è operativo da subito ed ha già finito quando con altri programmi stiamo ancora cercando di capire da dove dobbiamo cominciare.

FitPlot ha il suo spazio tra il documento/i (pdf, jpeg, tiff o altri) e il dispositivo di stampa. Tenendo bene a mente questo, tutte le possibilità sono state esplorate per sviluppare un programma che velocizza il lavoro di layout (impaginazione delle immagini nel foglio di stampa); una di queste è l'uso di una barra strumenti personalizzabile, con tutti i comandi preferiti a portata di mano. Tutte le operazioni di modifica come spostamenti, rotazioni, ridimensionamenti, sono possibili sia manualmente che numericamente. Inoltre alcuni compiti specializzati come il compattamento, la duplicazione in serie e anche l'imposizione di opuscoli sono a disposizione per fare di FitPlot un compagno di stampa versatile, personalizzabile per le nostre particolari esigenze e con peculiarità proprie che non troviamo in nessun altro programma.
Sei invitato anche tu a inviare suggerimenti, critiche, idee usando il modulo che troverai a fine pagina.


Scenari

1. Stampa disegni CAD (PDF) su plotter

  1. Avvia FitPlot.
  2. Trascina tutti i PDFnella finestra principale di FitPlot.
  3. Click sullo strumento compattamento packing tool nella toolbar*.
  4. Nel dialogo che appare clicca sull'opzione "espandi / contrai" sia in verticale che in orizzontale. Questo fa sì che il formato foglio attuale si adatti alla minima area contenente tutti gli oggetti (dovresti aver impostato in precedenza i valori minimi e massimi che un formato può assumere per una data stampante nel dialogo di impostazione margini, vedi dettagli nelle sezioni compattamento e impostazione margini). Click su conferma.
  5. Se il risultato è buono, stampa, altrimenti annulla, modifica qualcosa e riprova.

2. Stampa disegni CAD alla scala desiderata

Se sei un utente CAD potresti essere interessato a questa funzionalità di FitPlot:
immagina di aver ricevuto un'email da un collaboratore con un disegno allegato. Il disegno è in una scala 1:10 (per esempio) e tu vuoi, per una prima valutazione, produrre una copia più maneggevole, per esempio in scala 1:20.

  1. Apri FitPlot e inserisci il disegno da riscalare.
  2. Dal menu "strumenti", scegli "Scala disegno…", appare il seguente dialogo:
    Dialogo scala e trasformazioni
  3. Nel popup "scala attuale" scegli 1:10.
  4. Nel popup "scala di destinazione" scegli 1:20.
  5. Clicca Ok e il disegno viene ridimensionato automaticamente (in questo caso del 50%).

Questo era semplice, ma ora immagina una situazione più complicata:
il disegno che hai ricevuto per e-mail è in una scala non nota, ci sono alcune quote nel disegno, ma non corrispondono a nessuna scala del nostro scalimetro.
Ecco allora come fare:

  1. Apri FitPlot ed inserisci l'immagine da riscalare.
  2. Dal menu "Strumenti" scegli la voce "Scala disegno…", seguirà il dialogo visto sopra.
  3. Questa volta clicca il pulsante "Misura".
  4. Clicca e trascina sul disegno come per ricalcare una delle quote disponibili.
  5. Una volta rilasciato il mouse sul punto finale della quota, il dialogo appare di nuovo. Scrivi la misura riportata dal disegno della quota appena tracciata e l'unità di misura della quota stessa (per esempio "500" e "cm").
  6. Scegli la scala di destinazione.
  7. Clicca Ok e il disegno sarà ridimensionato automaticamente alla scala di destinazione.

Puoi vedere qui un esempio illustrato di questo comando.

Puoi anche vedere un video su YouTube dove si mostra praticamente l'uso di questo comando qui sotto:

Questa ed altre video lezioni sul Canale YouTube di FitPlot.


3. Stampa più copie di uno stesso documento / immagine

  1. Avvia FitPlot.
  2. Imposta il formato pagina desiderato (vedi impostazione formato).
  3. Inserisci l'immagine da stampare in più copie.
  4. Sposta l'immagine nell'angolo in alto a sinistra, vicino all'origine del foglio, all'interno dell'area di stampa.
  5. Applica lo stile desiderato (segni di taglio, linea, tratteggio ecc.)
  6. Click sullo strumento duplica in serie nella barra strumenti*
  7. Nel dialogo che appare, riempi i campi richiedenti il numero di copie in orizzontale e in verticale. Più in basso ci sono due ulteriori campi per spaziare le copie. All'apertura del dialogo sono impostati sui valori di larghezza / altezza dell'oggetto da duplicare, in modo da ottenere copie contigue. Ancora più giù c'è un pulsante di opzione per fare in modo, in caso di PDF multipagina, di incrementare la numerazione delle pagine del PDF ad ogni copia. La numerazione fluisce da sinistra a destra e dall'alto in basso.
    Click conferma.
  8. Se il risultato è buono, stampa, altrimenti annulla e ricomincia cambiando qualcosa.

4. Stampa immagini prese dal web (drag&drop)

  1. Avvia sia FitPlot che il browser.
  2. Imposta il formato di stampa desiderato.
  3. Con la finestra del browser davanti, lascia una porzione di schermo con l'area di lavoro di FitPlot visibile.
    Ogni volta che navigando trovi un'immagine da stampare, trascinala sull'area visibile di FitPlot. Quando hai finito con il browser (oppure le immagini sono abbastanza per il formato prescelto), torna a FitPlot per sistemarne la disposizione (spostandole, ridimensionandole ecc.).
  4. Se il risultato è ok, stampa.

Nota: FitPlot non registra i dati delle immagini con i propri documenti. In effetti ne salva soltanto il loro "percorso". Le immagini provenienti da drag&drop (ma anche quelle da copia / incolla da altra applicazione), sono create al volo e poste in una cartella temporanea, con un nome generico. Quando chiudiamo un documento FitPlot ci viene chiesto se, dove e con quale nome vogliamo salvare le eventuali immagini temporanee in esso inserite. In questo modo Potremo riaprire il documento salvato avendo a disposizione tutte le immagini occorrenti.


5. Sovrapposizione PDF (con trasparenza)

Succede talvolta, nel lavoro quotidiano, di dover spedire per posta elettronica una lettera su carta intestata aziendale.
Un ingrediente fondamentale per questo trucco è la carta intestata aziendale in formato PDF. Se non l'avete, richiedetela alla vostra tipografia o a chi vi cura la grafica aziendale.

  1. Preparate il vostro documento con il vostro editor di testi preferito, nello stesso modo come se lo doveste preparare per la stampa su carta intestata.
  2. Invece di stamparlo, registratelo in PDF (tutti i programmi su Mac possono farlo, direttamente o attraverso il dialogo di stampa).
  3. Avviate FitPlot.
  4. Impostate le dimensioni del formato di stampa uguali a quelle dalla carta intestata (di solito A4).
  5. Inserite il PDF della carta intestata e, aiutandovi con lo snap alla griglia, fate coincidere l'angolo in alto a sinistra del PDF con l'origine (0,0).
  6. Inserite la lettera preparata e accostatela all'origine come sopra.
  7. Applicando lo stile "trasparenza PDF" alla lettera, la carta intestata sottostante dovrebbe a questo punto rendersi visibile.
  8. Dal menu "Archivio" scegliete la voce "Esporta come PDF".
  9. Il documento esportato è un unico PDF contenente sia intestazione che lettera. Allegatelo all'e-mail e spedite. Nota: nel caso che la lettera fosse più lunga di una sola pagina, la procedura è la stessa fino al punto 7. Da lì, selezionate tutto (cmd-A) e usate la duplicazione in serie (dal menu "strumenti" o dalla barra strumenti). Nel dialogo che segue spuntate la casella "incrementa pagine PDF":
    • mettete 1 nel numero di copie orizzontali;
    • mettete il numero di pagine dellla lettera nel numero di copie verticali;
    • mettete zero nella distanza orizzontale;
    • mettete il valore dell'altezza pagina nella distanza verticale (29,7 cm per l'A4);
    • spuntate la casella di incremento pagine PDF;
    • click su OK / conferma.
  10. Ora impostate l'impaginazione (dal menu "Archivio" o dalla barra strumenti). Nel dialogo che segue:
    • mettete 1 nel numero di pagine orizzontali;
    • mettete il solito numero di pagine della lettera nel numero di pagine verticali;
    • lasciate zero nei due campi di sovrapposizione (qui non sono necessari);
    • click su OK / conferma.
    • Ora le vostre pagine sono pronte per essere stampate o esportate. Potete controllare il tutto aprendo il cassetto delle pagine cliccando sull'icona cassetto pagine in alto a destra nella finestra principale, accanto ai controlli zoom.
  11. Da qui concludete come al punto [VIII].

Puoi vedere un video su YouTube che mostra in pratica l'uso di questa funzione qui sotto (parte 1):

e qui (parte 2):

Questa ed altre video lezioni sul Canale YouTube di FitPlot.


6. Stampa CAD formato gigante

Ecco un altro particolare uso di FitPlot che proviene direttamente dalla mia personale esperienza di lavoro quotidiano e che, perché no, può essere utile anche a voi
Nel mio lavoro è di frequente richiesta la stampa di stampe in scala 1:1 per la nostra falegnameria. Facciamo arredamenti per negozi e traiamo beneficio da queste stampe sia in termini di velocità di esecuzione che di riduzione di errori (lavorando al vero!).
Dal lato di chi deve preparare le stampe, però, il lavoro si complica alquanto. Impaginare un intero locale in tanti fogli di plotter con una luce disponibile di 36", considerando di doverli poi rimontare insieme non è certo facile.
Spinto da questa esigenza, ho trovato in FitPlot la soluzione ideale. Ecco come fare con una stampa di 6x6 metri:

  1. Nel programma CAD impostare la scala a 1.10 (oppure alla massima consentita con i formati di stampa disponibili), in modo che 6x6 metri entrino in una pagina di 60x60 cm.
  2. Esportate il disegno come PDF (direttamente se il programma lo consente, oppure attraverso il dialogo di stampa).
  3. Avviate FitPlot.
  4. Inserite il PDF appena creato.
  5. Riportatelo in scala 1:1 ridimensionandolo di 10 volte (1000%).
    Nota: Ci potrebbe essere l'effetto collaterale delle linee 10 volte più spesse, quindi, se questo costituisse un problema, dovreste scalarle di un fattore 10 nel programma CAD, prima di esportare il PDF.
  6. Allineate il disegno con l'origine (l'angolo in alto a sinistra coincidente con il punto 0,0).
  7. Ridimensionate il foglio alla massima larghezza (per esempio 36" / 91.4 cm) per una lunghezza di 6 metri.
  8. Dal menu Archivio (oppure dalla barra strumenti) usate lo strumento impaginazione. Nel dialogo che segue:
    • mettete 7 nel campo #pagine in orizzontale (600/91 = 6.6)
    • mettete 1 nel campo #pagine in verticale (6 metri per pagina = 1 pagina verticale)
    • mettete almento 5 cm come sovrapposizione orizzontale e 0 in verticale (la sovrapposizione consente una "ricomposizione" pù agevole).
    • click OK / conferma.
    • a questo punto le pagine dovrebbero essere pronte per la stampa. Potete controllare il tutto aprendo il cassetto delle pagine cliccando sull'icona cassetto pagine in alto a destra nella finestra principale, accanto ai controlli zoom.
  9. Se il risultato è ottimale e non ci sono parti del disegno rimaste fuori, procedete con la stampa, altrimenti modificate i valori di sovrapposizione e, se necessario, aumentate (o diminuite se sono troppe) le pagine.

7. Come stampare un poster con una stampante A4

Come stampare un poster di grani dimensioni con solo una stampante A4 a disposizione?

Premesso che un immagine, se non puramente vettoriale, è soggetta a perdita di risoluzione in proporzione al suo ingrandimento, (nel tal caso sarebbe meglio partire da una buona risoluzione dell'originale!), possiamo ottenere un maxiposter da una stampante A4 nel modo seguente:

  1. Avvia FitPlot.
  2. Inserisci l'immagine da ingrandire.
  3. Portala alla dimensione voluta (usando, ad esempio, i campi di altezza / larghezza nel pannello informazioni).
  4. Dal menu Archivio o dalla barra strumenti, usa il comando impaginazione. Nel dialogo che segue:
    • imposta il numero di pagine orizzontali necessarie (larghezza immagine / larghezza foglio di stampa);
    • fai come sopra per le pagine verticali (altezza immagine / altezza foglio di stampa);
    • se la tua stampante ha la possibilità di stampare senza bordi, puoi lasciare la sovrapposizione a zero, altrimenti, se hai tempo e pazienza per rifilare tutte le pagine dei bordi bianchi, imposta i valori di sovrapposizione uguali ai valori dei margini di stampa (orizzontali e verticali). Questo, naturalmente, renderà necessario ricontrollare la quantità di pagine orizzontali e verticali al fine di ottenere l'intera immagine;
    • Puoi, opzionalmente, stampare dei crocini di riferimento per facilitare il riassemblaggio delle pagine.
    • click OK / conferma;
    • a questo punto le pagine dovrebbero essere pronte per la stampa. Puoi controllare il tutto aprendo il cassetto delle pagine cliccando sull'icona cassetto pagine in alto a destra nella finestra principale, accanto ai controlli zoom.

8. Preparare un opuscolo / libro

Sempre più spesso ci capitano manuali / opuscoli in formato elettronico (PDF) piuttosto che cartacei! Di solito preferiamo stamparli per una lettura più comoda.
Una stampa veloce implica l'uso di un foglio di stampa per ogni pagina del PDF (lasciando il retro del foglio bianco).
Alcuni, più esperti, stampano prima le sole pagine pari, quindi riposizionano i fogli sul vassoio della stampante e vi ristampano le restanti pagine dispari.
Con l'aiuto di FitPlot potete preparare la disposizione delle pagine nel modo usato dalle tipografie per stampare libri. In una stampante da scrivania (A4) possiamo avere 4 pagine del PDF in un solo foglio A4, nell'A3 addirittura 8 e così via.
Basta inserire in FitPlot il PDF in questione ed applicare ad esso l'imposizione. Al termine avremo le pagine del PDF disposte in bianca e volta da stampare alternativamente usando le opzioni stampa solo le pagine pari e stampa solo le pagine dispari disponibili nel dialogo di stampa.
Se si possiede una stampante duplex (cioè fronte/retro), è sufficiente inviare in stampa tutte le pagine in sequenza.
Il comando Imposizione ha un proprio capitolo a parte dove troverete istruzioni più dettagliate.

Qui è possibile vedere un video su YouTube che mostra un caso di imposizione:

Questa ed altre video lezioni sul Canale YouTube di FitPlot.


9. Inserire / stampare un catalogo di anteprime immagini

Ecco spiegato un modo semplice per disporre sul foglio stampa automaticamente una

serie di immagini per una rapida stampa delle loro anteprime.

Usando le opzioni di inserimento (dalla versione 2.6), disponibili nel pannello preferenze (vedi figura sotto), è possibile effettuare alcune operazioni sulle immagini all'atto del loro inserimento in modo da mostrarle opportunamente ridimensionate e ordinatamente disposte, ognuna con un etichetta riportante il nome del documento relativo.

Opzioni inserimento
  1. Click sull'opzione Applica le caratteristiche qui sotto.
  2. Click sull'opzione Larghezza (o Altezza) pre attivare il relativo campo di immissione.
  3. Digita la Larghezza (o Altezza) desiderata, questo farà in modo che tutte le immagini importate saranno ridimensionate a questi valori.
  4. Scegli, tra le opzioni di stile, Nome file (e/o ogni altro stile che vuoi, ombra, linea, segni di taglio ecc.).
  5. Click sulla casella Compatta dopo l'inserimento (vedi Preferenze compattamento).
  6. Inserisci le tue immagini trascinandole nell'area di FitPlot oppure usando l'apposito strumento di inserimento immagini . Puoi trascinare o inserire più immagini tutte assieme oppure scegliere la cartella che le contiene. Nel dialogo di inserimento, quando scegli da menu Archivio->Inserisci immagine… o dal comando nella barra strumenti, seleziona tutte le immagini da aggiungere cliccando su di esse mentre tieni premuto il tasto shift (se sono tutte in fila) oppure il tasto command (mela), se devi saltarne alcune.
    Click su Apri in basso a destra quando hai finito et voilà.

10. Monitorare le stampe effettuate

Dalla versione 2.7 di FitPlot è possibile tener traccia in maniera facile dei lavori di stampa effettuati. Una coppia di files di registro (log) sono creati ed aggiornati in maniera automatica per ogni stampa che FitPlot invia. Questi files possono essere usati in un database o in un foglio di calcolo per estrarne statistiche, conteggi, fatture ecc..

FitPlot (4.5 e sup.) ha un visualizzatore dei log files direttamente dall'interno del programma, dal menu Viste, con i tasti [cmd-shift L] o dall'apposito pulsante log browser toolbar button nella barra strumenti.

Dai un'occhiata a questa pagina per ulteriori spiegazioni.

Log Browser

11. Calcolare il prezzo di una stampa

Una nuova funzionalità introdotta con FitPlot 4.7 permette di conoscere un valore chiave utile per la stima dell'inchiostro impiegato in un lavoro di stampa. Questo parametro è chiamato ICD (ink coverage density) cioè densità di copertura inchiostro.
L'ICD testimonia la copertura inchiostro per unità d'area (densità), varia da 0 a 1 dove 0 è il foglio bianco e 1 è l'intera copertura del foglio in nero di quadricromia.
Ogni pagina possiede un proprio ICD che può essere calcolato e visualizzato immediatamente dal menu Viste -> Color Index Density, o dal pulsante ICD toolbar button, se presente nella barra strumenti*.

Il risultato è mostrato in un dialogo come il seguente:

Il dialogo ICD

Inoltre, quando un documento è inviato alla stampante, un record del lavoro di stampa viene registrato (nei files log) (vedi monitorare le stampe effettuate). Questo record è elencato nel visualizzatore log, (direttamente in FitPlot dalla versione 4.7) e contiene un campo con il valore dell'ICD medio delle pagine coinvolte in quel determinato lavoro di stampa.
L'ICD fornisce un parametro importante, assieme alle dimensioni / area del foglio (anch'esse nel record registrato) per stimare gli effettivi costi di un lavoro di stampa.
Uno sguardo più approfondito su questo argomento è a disposizione nella pagina dedicata.


12. Imposizione Biglietti da Visita

Questa funzionalità permette l'imposizione in maniera semplice di un grande numero di biglietti da visita (o stampati simili) componendo automaticamente per te la bianca e la volta.
A partire dal menuArchivio -> Imposizione -> Biglietti da Visita… o dallo strumento equivalente ICD toolbar button eventualmente presente nella barra strumenti*.
Questo strumento ha così tante personalizzazioni che chiamarlo semplicemente "imposizione biglietti da visita" appare limitativo.
In effetti può essere applicato in ogni situazione dove abbiamo una serie di stampati fronte / retro tutti della stessa misura.
Questo argomento è trattato ampiamente alla pagina dedicata all'imposizione biglietti da visita.
È inoltre disponibile un video dimostrativo sull'uso di questo comando:

Questa ed altre video lezioni sul Canale YouTube di FitPlot


[*] La barra strumenti è personalizzabile, perciò può essere che nella configurazione di default questo strumento non sia visibile. Clicca sullo strumento di personalizzazione della barra strumenti oppure scegli il menu Finestra->Personalizza la barra strumenti… per impostare i tuoi strumenti preferiti. C'è sempre, comunque, un menu equivalente per ogni comando della barra strumenti. Per saperne di più sulla barra strumenti e la sua personalizzazione vai qui.